Ranking: Google cambia la versione mobile

Google annuncia cambiamenti al suo algoritmo di ranking in versione mobile.

Ranking google mobile cambia nel maggio 2016

A maggio del 2016 Google modifica l’algoritmo di ranking per le ricerche provenienti da dispositivo mobile

L’algoritmo di ranking di Google per le ricerche da dispositivo mobile sta cambiando, ne parlavo già nel blog aziendale in un mini post dal titolo “Mobile Friendly determinante per il posizionamento” , ma ci sono alcuni aspetti da approfondire.

il 15 marzo, tramite il suo blog ufficiale dedicato ai webmaster, con un post dal titolo “Updating the smartphone user-agent of Googlebot” Google ha annunciato al mondo che la cambierà la modalità con la quale il motore di ricerca si “presenta” durante la fase di scansione delle pagine in versione mobile. Per essere completamente sinceri, avevo già notato dal giorno precedente all’annuncio che in “sesrch console”, alla voce “visualizza come Google” era comparsa un’opzione in più oltre alle solite “desktop“, “dispositivo mobile: smartphone“, “Mobile: XHTML/WML” e “Mobile: cHTML” che lasciava intendere la novità in arrivo,. L’opzione “dispositivo mobile: smartphone” ha preso due declinazioni “dispositivo mobile: smartphone – Attuale” e “dispositivo mobile: smartphone – Imminente“. Credo che quando sarà stato completato il rollout del nuovo update la doppia scelta sparirà. Se questa mia supposizione si dimostrasse vera sarà un ottimo indicatore per capire quando l’update sarà stato effettivamente rilasciato.

Se non sai bene cos’è lo “user-agent” in fondo all’articolo trovi è una breve spiegazione.

Ok, ma tranne che per piccoli aggiustamenti tecnici “server side” che i webmaster di un ridottissimo insieme di siti dovranno apportare, perché dovrebbe interessare questa notizia? Semplice, se Google cambia user agent del crawler mobile significa che ci sono stati o ci saranno altri cambiamenti al motore e che potrebbero impattare anche sul ranking quindi sugli aspetti SEO in ambito mobile.

Infatti, puntuale come un orologio svizzero, il giorno dopo (16/04/2016), sempre nello stesso blog è comparso un post dal titolo “Continuing to make the web more mobile friendly” che spiega come dai primi di maggio Google rilascerà un update che interesserà la SERP mobile, assodato che non sappiamo e non potremmo sapere con certezza quale siano gli aspetti che cambiano l’articolo offre comunque alcuni spunti interessanti.

  1. L’update riguarda solo le ricerche effettuate da dispositivi mobili (almeno così dicono).
  2. Le pagine “mobile friendly” saranno “premiate” di più rispetto a quelle in sola versione “desktop“, anche se questo non significa che una pagina non mobile friendly debba per forza scomparire dalla SERP.
  3. Dice che rilasceranno a inizio maggio un aggiornamento ai risultati di ricerca mobile che renderà più rilevante il mobile friendly, ma NON hanno mai scritto che l’update riguarda solo quell’aspetto, ritengo ragionevole ipotizzare che nel caso Google avesse voluto solamente aumentare il valore del “mobile friendly” come segnale di ranking lo avrebbe fatto e basta, senza sentirsi in dovere di annunciarlo al mondo e, soprattutto, senza cambiare user-agent di Googlebot. I due articoli insieme fanno presagire ad un cambiamento importante nella gestione della serp mobile.
  4. Altro passaggio interessante è “If you’ve already made your site mobile-friendly, you will not be impacted by this update” che detta così sembra che non saranno tanto le pagine “mobile friendly” ad essere premiate quanto le “desktop” ad essere punite, sarà così? Non credo, piuttosto penso che per le ricerche da dispositivo mobile, le pagine non “mobile friendly” saranno valutate con un approccio diverso da quello desktop.
  5. Se le nostre pagine superano l’attuale test “mobile frienldy non dobbiamo modificarle, almeno così dicono, vedremo poi se sarà vero :)
  6. The intent of the search query is still a very strong signal“, ok questa non è una novità ma va sempre bene ribadirlo ;)
  7. La frase di prima continua con “so even if a page with high quality content is not mobile-friendly, it could still rank well if it has great, relevant content“, come sempre l’obiettivo di Google e fornire all’utente il migliore risultato, se quello che l’utente cerca è in una pagina non ottimizzata per il mobile il motore gli proporrà quella, a scapito della user experience.
  8. Si fa esplicito riferimento ai tablet, a memoria mia la serp tablet non differiva poi molto da quella desktop e fino ad oggi ho ritenuto (ma potrei sbagliare) che le ricerche da tablet fossero più in linea con quelle desktop senza pagine flash e altre amenità simili, cambierà qualcosa?

Da qui potremmo partire con una serie di speculazioni, elucubrazioni e voli pindarici che porterebbero al nulla, si tratta di aspettare qualche mese e vedere di persona cosa sarà successo, certo la curiosità è molta ma dovremmo aspettare.

Sarà, secondo me, interessante sarà capire se questo update coinvolgerà anche le pagine AMP, fino ad ora usate (poco) solo in ambito notizie. Il carosello di risultati AMP è stato introdotto da febbraio nelle serp mobile.  Credo che questo potrà essere un indicatore per stimare l’impatto dell’update nei meccanismi interni di Google.

Cos’è lo “user agent”?

Tratto da wikipedia: “Oggi il termine è utilizzato soprattutto in riferimento ai client che accedono al World Wide Web. Oltre ai browser, gli user agent del web possono essere i crawler dei motori di ricerca, i telefoni cellulari, i lettori di schermo e i browser braille usati da persone non vedenti.

Quando gli utenti di Internet visitano un sito web, una stringa di testo è solitamente inviata per fare identificare al server lo user agent. Questo fa parte della richiesta HTTP, con prefisso “User-agent:” o “User-Agent:” e tipicamente include informazioni come il nome dell’applicazione client, la versione, il sistema operativo e la lingua. I bot spesso includono anche l’indirizzo web e la mail del proprietario, in modo tale che l’amministratore del sito possa contattarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.